macinazione

RMI Laminatoio
RMX Laminatoio inox
RMXQ Laminatoio inox a rulli sovrapposti
SFI/M Buratto modulare
SFI/S-L Buratto
SDI/X Semolatrice
DCP Disgregatore centrifugo
DR Disgregatore rotante
DRX Disgregatore rotante inox
FPK/N Finitrice poligonale da crusca
FVA Finitrice vibrante
FVX Finitrice vibrante inox
BMG/X Buratto monocanale
IDA

Disinfestatore

MCA Unità di macinazione

 

 

 

 

 

 

 

macinazione

Dopo la pulitura e il condizionamento, il grano è pronto per la macinazione.

 

Lo scopo della macinazione è quello di separare il tegumento esterno (crusca) dall'endosperma amidaceo e di ridurlo poi in farina e/o semola. La principale differenza tra farina e semola risiede nella dimensione del prodotto. La farina è un prodotto molto fino, da risultare quasi impalpabile, mentre la semola si presenta come un prodotto granuloso a spigoli vivi. Per la macinazione vengono impiegate diverse macchine, come laminatoi, buratti, semolatrici, etc. che sono comuni alle due tipologie di lavorazione anche se si presentano con configurazione differente. Altre macchine come disgregatori, finitrici etc. vengono impiegate esclusivamente per la macinazione a tenero.

 

La macinazione dunque varia a seconda delle diverse caratteristiche dimensionali del prodotto e si differenzia per:

                • l'impiego e il numero di semolatrici;
                • il passaggio di rottura in cui si verifica la maggior separazione tra endosperma e parti cruscali;
                  l'utilizzo di macchine accessorie (come spazzola crusca, disgregatori o finitrici vibranti);
                • l'utilizzo dei laminatoi sovrapposti;
                • la modalità con cui si separa il prodotto finito;
                • l'impostazione generale del diagramma.

La tipologia di grano macinato, congiuntamente all'allestimento delle varie macchine, determina quindi il risultato finale dato dalla macinazione:

Grano tenero: farine, granito, farinette, germe, farinaccio, tritello, cruschello e crusca.
Grano duro: semole, semolato, rimacinato, farinette, farinaccio, tritello, cruschello e crusca.